Piazza XX Settembre

Tu sei qui

Questa piazza fino al 1870, era denominata Piazza Malvezzi in onore della famiglia senatoria bolognese che aveva governato Castel Guelfo a partire dalla metà del quindicesimo secolo. Venne poi intitolata “ XX Settembre”, data della presa di Roma.
Una antica meridiana era collocata sull’edificio di fronte al palazzo Malvezzi. In uno dei locali dell’edificio, si proiettava il cinematografo.
Un disegno della piazza, testimonia la presenza di un pozzo dalle belle forme circolari.
Nei primi anni del Novecento a seguito della costruzione del primo acquedotto che portava in paese l’acqua proveniente dalle risorgive in località “Balestriere”, al centro della piazza fu situata una bella fontana, costituita da due campane, che versavano l’acqua in conchiglie a vaso. Sulla sommità una pigna simbolo di abbondanza.

Era in ghisa con due bocche da cui usciva sempre acqua. Una per bere ed una per riempire i secchi con un getto più potente.
Le donne andavano a prendere l’acqua di solito due volte al giorno (mattina e sera) con secchi o damigiane trasportate in carriola
L’acqua nei secchi, veniva tenuta in casa sopra il secchiaio, con un mestolo che spesso faceva da bicchiere, si beveva e si usava per cucinare.
Rappresentava la fontana più cara nei ricordi dei vecchi Guelfesi.
Negli anni ’70 è stata tolta per dare più spazio alla piazza ed è stato ripristinato l’antico pozzo.

Luoghi