Palazzo Zacchiroli

Tu sei qui

Di impianto abbastanza antico. La fisionomia originaria era costituita verosimilmente da un blocco centrale a due piani: un piano terreno ed uno nobile. A questo corpo si sono aggiunti due interventi, tra il Settecento e Ottocento, consistenti nella costruzione di un corpo più basso e nella sopraelevazione di tutto il palazzotto, per accedere al quale fu costruito il bello scalone elicoidale interno, ancora visibile.
All’interno la decorazione pittorica delle pareti, eseguita con tecnica a tempera su intonaco con rifacimenti ad olio, rappresenta riquadrature architettoniche e stemmi su uno sfondo con nubi.
Oggi il palazzo è acquisito al patrimonio pubblico con destinazione residenziale.

Palazzi e monumenti